• 29 Luglio 2014, 08:38:14 am
  • Benvenuto, Visitatore
Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

I ghiacci della Groenlandia sciolti 400.000 anni fa. Il livello dei mari aumentato da 4 e 6 metri.
Circa 400.000 anni fa un periodo di riscaldamento globale ha completamente fuso i ghiacci della Groenlandia, facendo alzare il livello dei mari da quattro e sei metri. La scoperta realizzata da un gruppo di ricerca guidato dall'Università Queen di Belfast e pubblicata sulla rivista Nature offre nuovi elementi per comprendere le conseguenze del riscaldamento globale in atto. (ANSA)

Sondaggio

Quale di queste espressioni comuni, riguardanti la crisi economica globale, è più vicina al vostro pensiero ?

- La vedo intorno a me ma al momento non mi tocca.
- Ne accuso gli effetti direttamente.
- E' una invenzione dei media.
- Conosco persone che hanno perso il lavoro.
- Mi aspetto un crollo generale del sistema economico.
- L'aumento dei prezzi è tutta colpa dell'euro e della disonestà dei commercianti.
- E' una macchinazione per impoverire determinate categorie di persone e arricchirne altre.
- E' una scusa per aumentare deliberatamente le tasse e i prezzi.

Autore Topic: Crisi economica globale: cause ed effetti  (Letto 1298197 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

tigre61

  • Global Moderator
  • Extraterrestre
  • *********
  • Nibiruano/a 309
  • Offline Offline
  • Post: 7953
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12465 il: 27 Febbraio 2012, 12:07:16 pm »

ragazzi almeno questa volta la doccia gelata se l'è beccata "lei"!!!

piccola vendetta di un'italiana tartassata anche per colpa sua.   e si sa che la vendetta è un piatto che va gustato "freddo"!!! :vinto: :vinto: :vinto:

applausi al cameriere  :applaus: :applaus: :applaus: :applaus:


Doccia gelata per la Merkel, il cameriere le rovescia addosso la birra
Una doccia gelata, di birra. Vittima di un cameriere maldestro è Angela Merkel, durante un evento pubblico in occasione del mercoledì delle Ceneri. Mentre si siede al tavolo il cameriere inclina troppo il vassoio e battezza il primo ministro tedesco rovesciandole sulla schiena e sul collo cinque bicchieri di 'bionda'. La reazione della cancelliera però è 'sportiva', dopo un momento di sorpresa, infatti, abbozza un sorriso quasi con nonchalance.

http://video.repubblica.it/mondo/doccia-gelata-per-la-merkel-il-cameriere-le-rovescia-addosso-la-birra/89023?video=&ref=HRESS-4


Connesso
Quartina di Nostra(Gate): 
La tigre rivelerà la strada
mentre il fuoco arrossirà il cielo
allora le anime saranno salve 
e il ruggito donerà la vita

REVENGE

  • Indaco
  • ******
  • Nibiruano/a 14
  • Offline Offline
  • Post: 4155
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12466 il: 27 Febbraio 2012, 12:12:45 pm »

ah ah secondo me il cameriere era greco  :cap1:
Connesso
- SBIRRI + BIRRA

lanzarote

  • Indaco
  • ******
  • Nibiruano/a 6
  • Offline Offline
  • Post: 4538
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12467 il: 27 Febbraio 2012, 12:18:35 pm »

ed io sempre in attesa di rivoluzione......violenta.

attendo con te...........sperando non sia.........aspettando Godot
Connesso

nazionalista

  • Rettile
  • ****
  • Nibiruano/a 0
  • Offline Offline
  • Post: 252
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12468 il: 27 Febbraio 2012, 12:24:13 pm »

Orsogrigio, hai colto un altro aspetto importante del problema, i benpensanti sono spesso benestanti, ed è esattamente così, anzi sarei anche più drastico nel giudizio, sostituendo la parola "spesso" con "sempre". Hanno il sedere al caldo e all'asciutto, e possono permettersi di fare gli intellettuali anti questo ed anti quello, avocando a se l'esclusiva del discernimento di cosa è bene e cosa è male. Al diavolo costoro e la loro coscienza rammollita, pregna di falsità e di moralismi su misura. Si facciano da parte e sgombrino il campo dalla nebbia del non si può e non si deve, squallide note dello spartito della buona morte, in cui loro sono i musicisti della sinfonia e lo stato il direttore d'orchestra. Hai detto anche un'altra cosa importantissima Orsogrigio, a proposito dei figli, perchè molti usano l'alibi della famiglia e dei figli in particolare per affermare la necessità di non rischiare ed esporsi, quando al contrario dovrebbero essere, come tu giustamente affermi, il motivo unico, per lottare e combattere, ad esempio e per orgoglio. I principi e gli ideali infine, sono il carburante delle sollevazioni e delle rivolte, al pari della fame e della squallida vita che molti sperimentano sulla loro pelle a causa della mancanza di sostanze.
« Ultima modifica: 27 Febbraio 2012, 12:33:13 pm da nazionalista »
Connesso

orsogrigio47

  • Visitatore
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12469 il: 27 Febbraio 2012, 12:38:20 pm »

 :stretta:
Connesso

darkman79

  • Extraterrestre
  • *******
  • Nibiruano/a 5
  • Offline Offline
  • Post: 6917
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12470 il: 27 Febbraio 2012, 14:21:25 pm »

Poveri noi, come ci hanno ridotti




Per capire come ci hanno fregati basta chiudere gli occhi e ripensare a quando eravate piccoli. In famiglia, quasi sempre lavorava solo papà, nel senso che era l’unico a percepire un reddito. Mamma si sbatteva tanto quanto, forse anche di più: faceva funzionare la famiglia. In un certo senso produceva reddito eccome: quello che non si era costretti a spendere in baby sitter e colf, oltre all’inestimabile valore di essere un punto di riferimento affettivo e organizzativo costante. I bambini andavano a scuola, erano vestiti bene e avevano i libri per studiare e i giocattoli a Natale e per il loro compleanno. Una o due volte l’anno ci scappava anche una vacanzina tutti insieme. C’era una sola automobile e prenderla per fare una gitarella o per andare a trovare un parente non comportava una lunga pianificazione di bilancio.

Oggi ci siamo evoluti. In famiglia lavorano sia mamma che papà, perlomeno qui a Milano. La matematica dice che dovremmo essere più benestanti. E’ vero il contrario: viviamo peggio di quando lavorava solo papà. Con due stipendi spesso non ce la si fa a tirare a fine mese. Trovare i soldi per le rate condominiali, per il mutuo, fare la spesa, saldare le bollette, pagare le tasse e qualche multa è diventata un’impresa in cui si raccapezzano solo i più avveduti o i più fortunati. Bisogna essere laureati alla Bocconi anche solo per raggiungere il pareggio di bilancio familiare. Le vacanze, per una famiglia con figli, sono sempre più spesso un miraggio lontano o un privilegio di chi ha ereditato dai genitori una casa al mare o in montagna, sempre che riesca a star dietro alle spese per mantenerla. Prima di prendere la macchina e fare un giro in montagna bisogna fare bene i conti, perché la benzina costa quasi 2 euro al litro.

 Ma la cosa peggiore è che, non avendo più una figura di riferimento in casa, o ci si rassegna a vivere in una discarica sporca e disordinata, oppure bisogna tirare fuori altri soldi per pagare qualcuno che, almeno due ore alla settimana, venga a dare una rassettata al letto e a lavare i piatti incrostati. E se non si ha la fortuna di avere nonni ancora in forze, vicini a casa e disponibili, ci vuole un surrogato di mamma che vada a prendere i bambini piccoli a scuola o che badi agli infanti. Senza contare gli anziani che vengono abbandonati a loro stessi o scaricati in case di cura che dovrebbero essere chiamate case di tortura. Con aggravio di costi che si mangia via lo stipendio aggiuntivo, già magro di suo. E soprattutto, i figli crescono senza genitori, i genitori invecchiano senza figli e la famiglia si disgrega. Il che rende le persone più individualiste, più sole e, in definitiva, più simili a degli automi, perfetti ingranaggi per il mercato lavorativo.

Eppure nella maggior parte dei paesi civilizzati, insieme al lavoro vengono offerti servizi. Le mamme possono portare con sé i loro piccoli, perché le aziende mettono a disposizione un nido di infanzia direttamente nel luogo di lavoro. Le pause caffè si passano con il proprio bimbo in braccio, oppure all’ultimo piano, dove l’azienda allestisce una palestra ben attrezzata. Sei stressato? Stacchi venti minuti e vai a farti un po’ di addominali. Risultato: meno soldi in inutili rette e abbonamenti costosi e meno tempo sprecato nel traffico. A Parigi, se per andare a lavorare devi prendere il treno, puoi lasciare il tuo bambino nell’asilo della stazione. Noi abbiamo voluto fare i grandi, ma conservando la stessa mentalità provinciale che vede la donna come un peso per il datore di lavoro, terrorizzato dalla maternità che non riesce a vedere come una risorsa aggiuntiva.

 L’Eurostat ha certificato che abbiamo gli stipendi più bassi d’Europa, fatta eccezione per il Portogallo, la Slovenia, Malta e la Slovacchia. Perfino in Irlanda guadagnano quasi il doppio di noi. In Danimarca guadagnano invece tre volte tanto, hanno un governo la cui età media è di 20 anni inferiore alla nostra (il Ministro delle Finanze ha 26 anni), ovvero il più giovane d’Europa contro il nostro che, viceversa, è il più vecchio  Oggi se ne lamenta anche Della Loggia sul Corriere, curioso che a dirlo debba essere un settantenne. L’età non è un problema di per sé, sia chiaro, anzi può essere un valore. Ma solo se è bilanciata dal contrappeso carico di passione, slancio e innovazione tipico della gioventù. Altrimenti diventa espressione di una società gerontocratica, dove i vecchi monopolizzano e paralizzano una società intera. Non è un caso se anche i dirigenti pubblici più giovani, in Italia, abbiano oltre 50 anni. Steve Jobs, Larry Page, Bill Gates e Mark Zuckerberg hanno stravolto il mondo da giovanissimi e senza una lira. Manganelli, il capo della Polizia, guadagna oltre 600 mila euro all’anno. Tanto per capirci, il capo dell’FBI ne prende 120 mila, ma in dollari: cioè 89 mila euro.

 La media degli stipendi italiani, invece, è di 23.406 €. Lordi. Perfino la Grecia, prima delle misure di austerity imposte dalla troika, ci batteva di diverse lunghezze. Forse si stava meglio quando si stava peggio. E la cosa buffa è che a questo stato di cose ci ha condotto quella classe dirigente a libro paga della Goldman Sachs, delle Agenzie di Rating, dei templi della finanza e della speculazione che adesso ci impone la sua ricetta per farci uscire dalla crisi. Dov’erano, questi ultra-ottuagenari, quando noi ci stavamo impoverendo e loro si arricchivano? Perché non ci hanno pensato prima? Perché dovremmo credergli, adesso?

 Ieri, Aldo Grasso sul Corriere ha descritto Elsa Fornero come “una maestrina dalla penna rossa uscita da un libro di De Amicis”, in un articolo che ne fa un’apologia del virtuosismo melenso dal sapore quasi ascetico. Non ho mai visto una maestrina vice-presidente di fondazioni bancarie o del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo.
 Non so bene da quale libro sia uscita la Fornero, ma ho una certa idea di quale sia invece quello da cui è uscito Aldo Grasso.

http://www.byoblu.com/post/2012/02/27/Poveri-noi-come-ci-hanno-ridotti.aspx
Connesso
“Quando avrete abbattuto l’ultimo albero, quando avrete pescato l’ultimo pesce, quando avrete inquinato l’ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro”  (Toro Seduto).

V.A.F.F.A.N.C.U.L.O A TUTTI I RAZZISTI SPARSI NEL MONDO

BOXE

  • Postatore Folle
  • ******
  • Nibiruano/a 15
  • Offline Offline
  • Post: 2864
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12471 il: 27 Febbraio 2012, 16:40:20 pm »

perche non mostrano le penzioni in europa , ve lo dico io.. abbiamo le penzioni piu\ alte  gli stipendi li avete visti , ora mi chiedo si puo\  :esorcista:
Connesso

Vinsent

  • Visitatore
Connesso

V1nc3nt80

  • Mammifero
  • *****
  • Nibiruano/a 1
  • Offline Offline
  • Post: 842
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12473 il: 27 Febbraio 2012, 21:48:47 pm »

RIDIMENSIONIAMO LE AFFERMAZIONI DEI MEDIA!!!
Pretendiamo più chiarezza nelle notizie pubblicate, ed evitiamo di farci manipolare per fini a noi autolesionistici.

A cosa mi riferisco? Alla notizia riportata e spiattellata a tamburo battente in ogni dove... si quella sugli stipendi italiani più bassi d'Europa!

Ho letto tutti gli articoli dei principali quotidiani nazionali online, dal corriere, alla repubblica al sole 24 ore, persino l'Ansa...
Tutti la stessa solfa: reddito medio lordo in Germania pari al doppio di quello italiano.


...Nessun riferimento a trattamento contributivo in esso incluso, ne al costo della vita, ne tantomeno al carico fiscale applicato allo stipendio! NIENTE DI NIENTE!!!

Allora mi sono informato per conto mio...
http://www.justlanded.com/italiano/Germania/Guida-Germania/Lavoro/Lavorare-in-Germania
cito "le tasse, a seconda del tuo stipendio, possono arrivare ad essere il 50% del tuo stipendio lordo. Quindi cerca di non confondere gli stipendi lordi e netti!"

Questo basta a ridimensionare il mito del paese dalle uova d'oro!
In più aggiungo quanto segue, la quota massima del 50% si applica solo ai single oltre un certo reddito, le famiglie hanno infatti maggiori agevolazioni, e in più esistono più Klassi di appartenenza. Il sistema di tassazione tedesco è molto più complesso del nostro. 

Questo è il caso specifico della Germania preso come modello perfetto, ma le cose non dovrebbero cambiare sensibilmente per gli altri paesi. In Olanda ad esempio un lavoratore single non fa grandi affari... il reddito medio che percepisce al netto delle tassi si aggira sui 25000€/anno. In italia il reddito medio netto è circa di 21000€/anno. Mentre in Germania mediamente si arriva a circa 29/30 mila euro all'anno.

QUINDI I GIORNALI NON HANNO FORNITO INFORMAZIONI COMPLETE!!! (volutamente?)
In questo modo l'opinione pubblica viene strumentalizzata per secondi fini... (che sia per lasciare spazio di manovra per togliere di mezzo l'art. 18 grazie al miraggio degli aumenti degli stipendi??? la butto così senza pensarci troppo).

Insomma c'è una bella differenza tra reddito lordo e reddito netto e le differenze in questo modo sono un po' meno accentuate. Resta comunque vero il fatto che in Germania si guadagna più che in Italia, questo è palese, ma affermare che si guadagna il doppio è SCANDALOSO!!!

Usate la logica: fosse anche vero, vi pare che potremmo restare nell'unione europea??? Significherebbe avere un'economia fortemente arretrata rispetto agli altri paesi e ciò basterebbe a farci buttare fuori dall'Euro perchè non rispetteremmo i margini imposti dai trattati, oltre che a non poter sostenere il ritmo degli altri. Quindi usate la testa per pensare non solo per leggere, mi raccomando!
« Ultima modifica: 27 Febbraio 2012, 21:51:54 pm da V1nc3nt80 »
Connesso
prima di far volare la fantasia, fai volare la tua mente

nazionalista

  • Rettile
  • ****
  • Nibiruano/a 0
  • Offline Offline
  • Post: 252
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12474 il: 28 Febbraio 2012, 00:35:19 am »

L'Unione europea darà il via libera alla Serbia perché ottenga lo status di candidato all'adesione all'Ue. L'annuncio formale è stato dato dal ......( notizia di circa 10 ore fa). In Serbia, la gloriosa Serbia, gli stipendi che gli imprenditori italiani elargiscono, non superano i 250 euro, forse per questo viene considerata una degna candidata a sedere al tavolo della grande latrina. Ad ogni modo la notizia non è falsa nè tendenziosa, anche se priva di rilevanti elementi come deduzioni e detrazioni, ma anche voci di sostegno al reddito familiare che 2contribuiscono pesantemente" a rendere lo spread retributivo tra italia e Germania superiore al 60%. Effettivamente le cose stanno così, e me lo confermano amici tedeschi, che ridendoci pure sopra mi dicono che le merci alimentari, la frutta ad esempio,importate dall'italia, in germania costano molto meno che da noi. Anche gli ottusi sanno che il problema non è l'articolo 18, chi ci crede o è in malafede o è un perfetto idiota, degno appartenente della società civile. Stiamo al livello di una qualsiasi provincia della Nigeria, tanta ricchezza nelle mani degli speculatori ed il popolo a fare la fame, e se altrove, nell'europa che conta, le cose fossero andate come da noi, non sarebbero bastati tutti i pali, i lampioni e gli alberi, per appendere le teste dei politici e degli amministratori, ma quì no, si continua a fare controinformazione, a frenare, ma no va tutto bene madama la marchesa. Non servivano i giornali per ricevere certe notizie che sono già note a molti da tempo, che in europa ci vanno per lavoro, ed in ogni caso visto che non c'è lavoro e quel poco che c'è e è pure mal pagato non si pagano più tasse, bollette, mutui e quant'altro e sapete che c'è di nuovo? Il primo che si presenta davanti alla porta di casa con argomenti irritanti vince un buco netto in mezzo agli occhi..o forse lordo.

« Ultima modifica: 28 Febbraio 2012, 18:55:35 pm da nazionalista »
Connesso

Sawinna

  • Anfibio
  • ***
  • Nibiruano/a 0
  • Offline Offline
  • Post: 196
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12475 il: 28 Febbraio 2012, 03:21:47 am »

ECO S0A QBXC ++ CRISI:GRECIA;S&P ABBASSA RATING A 'SD'DEFAULT PARZIALE ++ (ANSA-AFP) - ROMA, 27 FEB - L'agenzia di rating Standard and Poor's ha abbassato il rating della Grecia, portandolo a 'SD', una valutazione di parziale default. (ANSA-AFP). PEN 27-FEB-12 23:01 NNN


ECO R0A QBXB CRISI:GRECIA;S&P ABBASSA RATING A 'SD'DEFAULT PARZIALE (2) (ANSA-AFP) - ROMA, 27 FEB - La valutazione dell'agenzia di rating è legata al fatto che sono venute meno le garanzie di pagamento su alcune obbligazioni su parte del debito pubblico nell'operazione di cancellazione lanciata venerdì. Si è così deciso, momentaneamente, di abbassare la valutazione a 'SD' (default selettivo), penultimo scalino della scala di rating prima del default. Standard and Poor's si riserva comunque di rivedere al rialzo (portandolo a 'CCC') il rating di Atene quando l'operazione sarà pienamente realizzata, a metà marzo. Il rating 'CCC' viene attribuito ai paesi con titoli pubblici considerati vulnerabili e dipendenti dalle favorevoli condizioni economiche e finanziarie. (ANSA). PEN 27-FEB-12 23:24 NNN

Connesso

wendigo67

  • Extraterrestre
  • *******
  • Nibiruano/a 0
  • Offline Offline
  • Post: 5022
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12476 il: 28 Febbraio 2012, 08:45:11 am »

Connesso

wendigo67

  • Extraterrestre
  • *******
  • Nibiruano/a 0
  • Offline Offline
  • Post: 5022
Connesso

nazionalista

  • Rettile
  • ****
  • Nibiruano/a 0
  • Offline Offline
  • Post: 252
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12478 il: 28 Febbraio 2012, 10:32:37 am »

Così le retribuzioni medie lorde, diciamo in Italia in due-tre anni sarebbero aumentate di oltre 6000 euro, mai visto prima in nessun logo del mondo, perchè se le cose stanno così allora questo è il boccaccesco regno di bengodi. Ecco un elenco degli stipendi medi in Germania dei alcuni impeghi; il prezzo è semplicemente indicativo al netto delle tasse, nelle grandi città sicuramente la cifra sarà maggiore mentre può essere leggermente inferiore nei paesi più piccoli:

Maestro elementare: 38.000€
Autista di autobus: 28.000€
Meccanico di automobili: 30.000€
Muratore: 30.000€
Operaio specializzato: 29.000€
Cuoco: 30.000€
Caporeparto: 40.000€
Ingegnere: 45.000€
Bancario: 40.000€
Segretaria: 28.000€
Commessa: 24.000€
Operaio generico: 21.000€
Sembrano pochi, ma in realtà, quello che per loro è il netto per noi è il lordo, ossia deve essere ancora tassato ( piccolo dettaglio trascurabile), ma alle cifre nette degli stipendi in Germania vanno aggiunti gli assegni famigliari ( kindergeld), senza limite di reddito 164 euro 1 figlio, 328 due, 500 tre e 195 euro in più dal quarto. Pensate Un disoccupato in Germania, per esempio sposato, con un figlio, riceve 359 euro netti! al mese per ogni componente della famiglia e gli vengono pagate dallo stato tutte le spese di affitto, riscaldamento, e condominio. Per un lavoratore, invece spettano gli assegni nella misura di cui sopra solo per i familiari a carico. Vogliamo parlare delle spese deducibili ( o scaricabili come si dice quì da noi) o della Familienpolitik tedesca che è lontana anni luce da quella miserabile italiana? Apriamo pure na discussione su questo argomento perchè  ne vedremmo delle belle e patriotticamente ci sentiremo ancora di più in dovere di difendere i briganti che ci si sta mangiando vivi.
Connesso

ghery_78

  • Rettile
  • ****
  • Nibiruano/a 1
  • Offline Offline
  • Post: 420
Re:Crisi economica globale: cause ed effetti
« Risposta #12479 il: 28 Febbraio 2012, 10:43:21 am »

C'è questo interessante articolo di oggi sul sito della CNN:


LA TRAGEDIA GRECA CONTRO LA SAGA ISLANDESE

http://business.blogs.cnn.com/2012/02/28/greek-tragedy-vs-icelandic-saga/


La differenza tra essere uomini liberi o essere schiavi!
Connesso